Tre anni di information design in mostra alla galleria Wild Mazzini di Torino

Inaugurata giovedì 14 giugno una nuova mostra alla data art gallery Wild Mazzini di Torino, la prima galleria italiana dedicata all’information design: La Lettura secondo Federica Fragapane.

Un’opera di Adriano Attus del progetto Numerage. Foto di Andrea Macchia.

I tre fondatori di Wild Mazzini, Clemente Adami, Federica Biasio and Davide Fuschi, hanno scommesso sulle potenzialità della data visualization e dell’information design anche al di fuori dai loro contesti originari e sono partiti con un ciclo di quattro mostre personali in cui la protagonista assoluta è una sorta di estetica funzionale, per parafrasare il titolo del celebre testo di Alberto Cairo. Gli ospiti sono tutte personalità di spicco nel panorama dell’information design e del data journalism italiano e non solo: Valentina De Filippo ha aperto questa prima edizione della rassegna Prospettiva Italia il 20 aprile, seguita il 12 maggio da Adriano Attus e il 14 giugno da Federica Fragapane, con una retrospettiva della sua collaborazione storica con La Lettura del Corriere della Sera dal 2015 a oggi. Chiuderà il ciclo Valerio Pellegrini dal 12 luglio al 4 agosto.

Clemente Adami all’inaugurazione della mostra di Adriano Attus. Foto di Andrea Macchia.

La sede della galleria, in via Giuseppe Mazzini 33, nasce dalla ristrutturazione di un laboratorio di restauro e dal desiderio di ricontestualizzare opere di information design la cui valenza artistica è sia nella loro estetica immediata che nel percorso che ha portato alla loro progettazione e produzione. Questo portar fuori l’opera dai suoi spazi naturali come la pagina di un giornale, una pagina web o un museo permette di sfidare gli assunti percettivi del visitatore e del potenziale acquirente e costruire e offrire così un’esperienza integrata di percezione, estetica e racconto, punto di partenza per una riflessione, personale o condivisa, sul contenuto informativo dell’opera stessa.

Cinque opere di Valentina De Filippo del progetto OddityViz. Foto di Andrea Macchia.

La galleria è aperta tutte le settimane il giovedì, il venerdì (13-19) e il sabato (11-19) fino al 4 agosto. Maggiori informazioni nel gruppo facebook ufficiale o contattando direttamente i curatori.

 

Condividi l'articolo