ddj_migranti

Mar Mediterraneo, tomba di migranti

This post is also avai­la­ble in: Inglese

Tweet about this on TwitterShare on Facebook200Share on Google+0Share on LinkedIn1Email this to someone

Migliaia di per­so­ne ogni anno attra­ver­sa­no il Mediterraneo diret­te ver­so le coste meri­dio­na­li dell’Europa. Sappiamo mol­to, anche se non tut­to, di colo­ro che rie­sco­no, tra mil­le dif­fi­col­tà, a sbar­ca­re cari­chi di spe­ran­ze per una nuo­va vita. Non sap­pia­mo asso­lu­ta­men­te nul­la, inve­ce, di tut­ti colo­ro che par­to­no da qual­che par­te e in qual­che momen­to, ma non arri­va­no da nes­su­na par­te. Nulla del­le miglia­ia di sto­rie spez­za­te, di cor­pi inghiot­ti­ti per sem­pre dal mare.

Gabriele Del Grande (da fortresseurope.blogspot.it)

Gabriele Del Grande (da for­tres­seu­ro­pe)

Gabriele Del Grande, repor­ter inter­na­zio­na­le, ha per anni segui­to il feno­me­no dei nau­fra­gi dei migran­ti nel Mediterraneo, com­pi­lan­do un pre­zio­sis­si­mo data­set in cui elen­ca tut­ti gli even­ti degli ulti­mi 25 anni con data, luo­go, descri­zio­ne e fon­te. L’intestazione del suo blog Fortress Europe rias­su­me per­fet­ta­men­te lo spi­ri­to e il gra­do di con­sa­pe­vo­lez­za del suo lavo­ro:

Sei anni di viag­gi nel Mediterraneo lun­go i con­fi­ni dell’Europa. Alla ricer­ca del­le sto­rie che fan­no la sto­ria. La sto­ria che stu­die­ran­no i nostri figli, quan­do nei testi di scuo­la si leg­ge­rà che negli anni due­mi­la mori­ro­no a miglia­ia nei mari d’Italia e a miglia­ia ven­ne­ro arre­sta­ti e depor­ta­ti dal­le nostre cit­tà. Mentre tut­ti fin­ge­va­no di non vede­re.

(Gabriele Del Grande)

Abbiamo rac­col­to la sfi­da di valo­riz­za­re l’imponente lavo­ro di Gabriele, abbia­mo sca­ri­ca­to il data­set e abbia­mo ini­zia­to a strut­tu­rar­lo al meglio, estraen­do le infor­ma­zio­ni e le carat­te­ri­sti­che di ogni even­to diret­ta­men­te dal­le descri­zio­ni a cor­re­do. Abbiamo poi geo­lo­ca­liz­za­to ogni nau­fra­gio, con la miglio­re appros­si­ma­zio­ne pos­si­bi­le date le noti­zie neces­sa­ria­men­te incom­ple­te e fram­men­ta­rie. E infi­ne abbia­mo costrui­to una map­pa di que­sto tra­gi­co feno­me­no con­tem­po­ra­neo, che per­met­ta insie­me di esplo­ra­re pun­tual­men­te i dati o di assi­ste­re a una loro nar­ra­zio­ne dina­mi­ca (clic­ca sull’immagine per acce­de­re alla map­pa inte­rat­ti­va).

http://datajournalism.it/2013/04/22/mar-mediterraneo-tomba-di-migranti/

La map­pa è sta­ta pub­bli­ca­ta su data​jour​na​li​sm​.it il 22 apri­le 2013 e pre­sen­ta­ta duran­te il panel “Il data jour­na­li­sm nell’Europa Meridionale” orga­niz­za­to in col­la­bo­ra­zio­ne con European Journalism Centre, Open Knowledge Foundation e Fondazione Ahref nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo 2013.

Alessio Cimarelli

Alessio Cimarelli

Data scientist at Dataninja
Sono giornalista free-lance, data scientist e sviluppatore web. Dopo la lau­rea in fisica all’Università Sapienza di Roma, ho con­se­guito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho comin­ciato a girare l’Italia, tra gior­na­li­, uffici stampa e ricerca pura. Sono co-fondatore di dataninja.it e datamediahub.it e attualmente collaboro con varie testate ita­liane (Wired, L'Espresso, Secolo XIX) e alcune agen­zie edi­to­riali in ambito di data jour­na­lism e svi­luppo web. Sono mem­bro della comu­nità Spaghetti Open Data e ormai scrivo quasi più in java­script e python che in ita­liano o inglese.
Alessio Cimarelli
Tweet about this on TwitterShare on Facebook200Share on Google+0Share on LinkedIn1Email this to someone